Blog: http://liberissimo.ilcannocchiale.it

La paura della morte

Come porsi di fronte a una malattia o a un male tuo o di una persona cara? È una domanda che mi sono sempre posto. Purtroppo nonostante abbia solo 40 anni di persone intorno a me con malattie serie ce ne sono state. Alcune di queste persone se sono andate via troppo presto, non potendo dare il loro contributo alla nostra comunità al meglio ma comunque ancora adesso abitano il nostro cuore. Ora che tocca a mia mamma è difficile capire il mio stato d'animo. Io non ho mai avuto paura di queste cose, perchè il mio approccio è alquanto concreto: finchè non c'è sentenza definitiva di non poter guarire non mi butto giù. Intendiamoci, mia mamma è stata fortunata e brava. Brava perchè, insieme a mio padre, ogni anno fa diligentemente i compiti, facendosi gli esami di prevenzione che i medici raccomandano. Mia mamma è stata oltrettutto brava perchè questo tumore è nato dopo essersi fatta tali esami, tastandosi come ogni donna dovrebbe fare. È anche fortunata sentendo il medico curante, perchè quel tipo di tumore, preso così, non fa più di tanto paura. Per questo non mi affido a Dio ma alla scienza, perchè quando hai di fronte bravi medici non devi temere nulla. Ovviamente mia mamma ha momenti di sconforto ma credo sia plausibile. Ecco io non temo queste situazioni, perchè la medicina ha fatto passi da gigante rispetto a qualche decennio fa. Se quindi il mio approccio in questa situazione è di tutta tranquillità quello che mi destabilizza è quello che raccontano la tv e internet. Se la scienza è materia che progredisce ora il paziente deve trovare la struttura buona e i buoni medici. Non sempre è così. Quello che non dovrebbe esistere è la malasanità. Non dovrebbero esistere cattivi medici ed infermieri. Non dovrebbero esistere acquisti di mezzi di cura ad alto prezzo. E tanto altro. Per questo spero che per me e per tutti quanti ci sia la possibilità di essere curati decentemente. In maniera democratica. Perchè tutti prima o poi ci ammaliamo. Quello che mi fa paura è il fatto di non poter essere curati, non a causa della malattia in sè, ma perchè non ho un reddito che me lo consenta o perchè sono in una struttura scadente. Questo mi farebbe più paura della morte.

Pubblicato il 8/4/2017 alle 21.1 nella rubrica I miei pensieri.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web